BANCHE. Abi: rapine in calo del 24% nei primi tre mesi del 2008

Periodo nero per i Lupin italiani. Nei primi tre mesi del 2008, infatti, sono state 606 le rapine compiute allo sportello, con una diminuzione del 24% rispetto alle 796 rapine commesse nello stesso periodo dell’anno precedente. E’ quanto emerge da un’indagine compiuta dal Centro di ricerca dell’Associazione bancaria italiana (Ossif) in materia di sicurezza che sarà presentato il 26 e 27 maggio a Roma, in occasione del convegno "Banche e Sicurezza. Lo rende noto l’Abi in un comunicato.

In calo anche il cosiddetto "indice di rischio" (-23,7%), cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli in Italia, che è passato da 9,7 a 7,4, ed il bottino complessivo (-24,1%) che si è ridotto da 15,7 milioni a 12 milioni. Sempre magro, inoltre, il bottino medio per rapina che, con circa 19 mila euro, si mantiene in linea con i valori del primo trimestre 2007 e tra più bassi registrati negli ultimi dieci anni.

"Per quanto riguarda il fenomeno delle rapine in banca – ha spiegato l’Abi – rispetto al resto d’Europa l’Italia sconta ancora il frequente ricorso al denaro contante ed il ritardo nell’utilizzo dei moderni strumenti di pagamento messi a disposizione dal settore. Ridurre la circolazione del contante, infatti, vuol dire contribuire non solo all’ammodernamento complessivo del paese, ma anche alla maggiore sicurezza delle città".

Comments are closed.