BANCHE. Abi: rapine in diminuzione del 25,5% nei primi sei mesi dell’anno

Nei primi sei mesi del 2009 diminuiscono le rapine in banca, diminuisce il bottino medio per rapina e il bottino complessivo. In particolare, nel primo semestre sono stati compiuti 874 "colpi" allo sportello con un calo del 25,5% rispetto ai 1.173 registrati nello stesso periodo del 2008, pari a circa 50 rapine in meno al mese. Si aggira intorno ai 22 mila euro il bottino medio per rapina, mentre diminuisce il bottino complessivo, che passa dai 24,6 milioni del 2008 ai 19,9 milioni del 2009. Sono i dati principali che emergono dall’indagine sul primo semestre 2009 condotta dall’Ossif, il Centro di ricerca dell’Abi in materia di sicurezza. Lo studio è stato presentato oggi a Roma durante l’incontro con il ministro dell’Interno Roberto Maroni.

Il modus operandi dei criminali rimane lo stesso: agiscono in pochi minuti, nel 52% dei casi sono in coppia, colpiscono soprattutto di lunedì e di venerdì, e le rapine più ricche si contano di lunedì (con 32,7 mila euro), prima dell’apertura della filiale (37,9 mila euro) e soprattutto nel tardo pomeriggio dopo la chiusura al pubblico degli sportelli (64,9 mila euro).

"La sicurezza – ha detto il presidente dell’Abi Corrado Faissola – è il pilastro su cui poggia l’intera attività del settore bancario. Per prevenire ulteriormente il fenomeno è necessario continuare a lavorare su quattro direttrici fondamentali: ridurre l’ampia circolazione di contante che ancora caratterizza l’Italia, in ritardo nell’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici; adottare sistemi di sicurezza sempre più evoluti e all’avanguardia; monitorare in modo sistematico gli eventi criminosi; proseguire nella formazione del personale di sportello".

Comments are closed.