BANCHE. Abi: trend positivo per i depositi bancari

In crescita la dinamica dei depositi bancari e dei titoli obbligazionari mentre scendono i depositi postali detenuti dagli italiani. Lo rileva l’Abi nel suo Rapporto mensile Abi sui tassi interbancari (luglio 2007 – gennaio 2008). Dall’analisi degli ultimi dati disponibili sulle attività finanziarie del settore privato in Italia emerge in crescita la dinamica dei depositi bancari, che a settembre 2007 ha segnato un incremento tendenziale del +3,2%; la quota di questo aggregato sul totale delle attività finanziarie del settore privato in Italia risulta essere pari al 26% (25,6% nel precedente anno).

Trend positivo anche per le operazioni pronti contro termine passive con la clientela, salite a settembre ad un ritmo del +0,8% rispetto allo stesso mese dell’anno prima e per i titoli obbligazionari bancari, che hanno segnato un incremento su base annua del +11%. Sul fronte delle attività di natura previdenziale, le riserve assicurative ramo vita registrano un +9,2% mentre i fondi pensione e Pip un +3,4% (il dato non include gli effetti indotti dalla riforma della previdenza complementare).

In flessione, invece, i depositi postali detenuti dal settore privato (-40%, il dato non include i depositi postali in capo alla Cassa Depositi e Prestiti dopo la trasformazione di quest’ultima in Spa avvenuta nel 2004); le quote di fondi comuni (-10,3%); il trend delle attività sull’estero (-0,8%), che a settembre 2007 ammontavano a 404 miliardi di euro, con una quota sul totale delle attività finanziarie del settore privato del 15%.

Comments are closed.