BANCHE. Abi, un futuro nel segno dei giovani, di Internet e degli immigrati

Nei prossimi tre anni nuovi target di mercato saranno protagonisti delle politiche di marketing delle banche: i giovani, gli immigrati e gli utenti Internet. E’ quanto emerge dall’indagine svolta dall’Abi in collaborazione con un gruppo di ricercatori dell’Università di Parma e presentata questa mattina a Roma, in occasione del convegno "Dimensione Cliente 2008".

"Le banche italiane – ha detto il Direttore Generale dell’Abi, Giuseppe Zadra – sono consapevoli che esistono ampi margini di miglioramento della propria attività. Siamo coscienti di quanto fatto e di quanto stiamo facendo per la clientela bancaria. Le iniziative intraprese sono numerose e rispecchiano le esigenze di trasparenza ed efficienza che provengono dal mercato."

L’indagine si è svolta sulla base di un questionario anonimo rivolto ai responsabili delle strategie di retail banking di un campione di istituti rappresentativo del 75% degli sportelli italiani. Obiettivo: indicare quali saranno le "strade" da percorrere nell’immediato futuro. Risultati? Enfasi sull’acquisizione dei nuovi target, innovazione di canale e rivisitazione del listino prodotti.

Tutte le banche coinvolte dalla ricerca indicano in particolare che entro il 2010 il mercato retail registrerà una sempre maggiore spinta innovativa che riguarderà tutti i canali distributivi da quelli face to face a quelli a distanza, con una particolare attesa nei confronti di internet e mobile banking. La crescita dei canali a distanza non comporterà però, secondo l’Abi, una diminuzione della rete fisica: il 63% del campione prevede un aumento del numero complessivo di sportelli in Italia, accompagnato da una progressiva evoluzione della loro tipologia. Le agenzie assumeranno infatti un ruolo più attivo nella relazione, nell’acquisizione di nuovi clienti e nell’assistenza e consulenza al cliente, supportati sempre di più da apparecchiature self service.

In conclusione, tre gli obiettivi principali nel breve periodo del settore bancario: migliorare le relazione con il cliente, assicurare trasparenza, efficienza e servizi di qualità, attrarre nuova clientela sfruttando la maggiore mobilità.

Comments are closed.