BANCHE. Adiconsum Marche ottiene risarcimento danno e cancellazione da archivio cattivi pagatori

Adiconsum Marche ottiene il risarcimento del danno per la segnalazione illegittima di un consumatore alla centrale rischi. Con la sentenza del tribunale di Osimo n° 126 del 2010 l’associazione, informa una nota stampa, "ottiene un risultato importante in relazione alle segnalazioni troppo leggere dei presunti "cattivi pagatori" alle centrali rischi": nullità del contratto di acquisto, illegittimità della segnalazione, condanna della finanziaria al risarcimento del danno, pari a 4 mila euro, e diritto del consumatore a vedere il suo nome cancellato dall’archivio dei cattivi pagatori.

Cosa è accaduto? Quando un consumatore non riesce più a pagare le rate di un finanziamento acceso con una società di credito al consumo il suo nome viene iscritto nelle cosiddette centrali rischio, società che trattano dati personali circa l’affidabilità finanziaria del consumatore. Il caso preso in carico da Adiconsum Marche riguardava un consumatore che era stato iscritto da una società finanziaria nelle centrali rischi a seguito del mancato pagamento di un contratto di finanziamento siglato contestualmente alla sottoscrizione di un contratto che era stato contestato. La finanziaria non aveva voluto sentir ragioni e pretendeva il pagamento del corrispettivo. La sentenza del tribunale ha invece dato ragione al consumatore, ha dichiarato la nullità del contratto di acquisto e stabilito il collegamento negoziale del contratto di finanziamento, dal quale deriva la illegittimità della segnalazione.

Commenta l’avvocato Ezio Gabrielli del centro giuridico Adiconsum Marche, che ha seguito il caso: "L’attività, delicatissima, di segnalazione alle Banche dati dei dati negativi, lecita se contenuta nel codice di autodisciplina approvato dal Garante per il trattamento dei dati personali, non può essere svolta con leggerezza dalle società finanziarie, perché una segnalazione, come nel caso specifico illegittima, pregiudica per lungo tempo i diritti del consumatore che si vedrà negare ogni tipo di finanziamento".

Comments are closed.