BANCHE. Antitrust proroga istruttoria pagobancomat al 7 luglio

L’istruttoria dell’Antitrust su Co.Ge.Ban., l’associazione di imprese che ha lo scopo di sviluppare l’utilizzo del servizio Cogeban Bancomat presso i terminali Pos, è stata prorogata al 7 luglio. Lo annuncia lo stesso Bollettino dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato, guidata da Antonio Catricalà che, inizialmente, avrebbe dovuto chiudere il fascicolo lo scorso 28 aprile.

Il prolungamento dell’istruttoria – spiega l’Antitrust nel suo Bollettino – è dovuto al fatto che "a tutt’oggi appaiono esistere ostacoli allo sviluppo del multibanca basato sui server aziendali attuali". Il primo punto ad attirare l’attenzione dell’Antitrust è quello della sicurezza, dove "non risultano effettuate da Co.Ge.Ban. le analisi di sicurezza dei sistemi basati su server aziendali né un piano operativo degli interventi da adottare. Il sistema delineato da Co.Ge.Ban. sembra richiedere sostanziali modifiche in termini di hardware e software in relazioni alle quali vi è incertezza sui tempi e costi di attuazione".

Secondo il Garante della concorrenza, è necessario acquisire ulteriori elementi anche sullo "schema di contratto tra l’acquirer e l’esercente", dove è presente una clausola che impone a quest’ultimo di informare i soggetti acquirer con cui si convenziona di tutti i contratti stipulati in ambito multibanca, fornendone dettagliata comunicazione. Incongruente con il concetto di multibanca sarebbe, per l’Antitrust, anche il permanere "di una relazione preferenziale tra l’esercente e una banca acquirer".

"Infine, – si legge nell’articolo 17 del provvedimento – sia la circolare che il nuovo schema di contratto prevedono che tutte le attrezzature utilizzate per effettuare la transazione, anche se di proprietà dell’esercente ed includendo i server aziendali, siano preventivamente omologate in base alle nuove specifiche tecniche dall’Associazione Progetto Microcircuito, associazione di diretta emanazione di CO.GE.BAN. e del sistema bancario. Tale misura, essendo un onere aggiuntivo e aleatorio per gli esercenti, è tale da incidere sul comportamento di CO.GE.BAN. ai fini del presente procedimento".

Comments are closed.