BANCHE. Antitrust, taglio commissioni interbancarie. Soddisfazione da ABI e Consorzio Bancomat

La decisione dell’Antitrust di accettare la proposta di impegni presentata da ABI e Consorzio Bancomat nell’ambito dell’istruttoria sulla definizione delle commissioni interbancarie relative ai servizi RiBa, Rid, Bancomat e PagoBancomat è accolta con soddisfazione da ABI e Consorzio, che sottolineano come "la definizione delle commissioni interbancarie garantisce il buon funzionamento di strumenti di pagamento, efficienti, utili e sicuri, con benefici per le famiglie e le imprese che quotidianamente li utilizzano".

"Gli impegni di ABI (per RiBa e Rid) e Consorzio Bancomat (per Bancomat e PagoBancomat) – si legge in una nota – mentre confermano la validità delle commissioni interbancarie, seguono gli orientamenti che si vanno consolidando in ambito comunitario e nazionale, tesi a promuovere il progressivo contenimento di queste commissioni, determinando un ulteriore taglio fino ad un massimo del 36% rispetto ai livelli già rivisti al ribasso nel luglio 2009".

Vengono ricordati dunque gli impegni: "per quanto riguarda i servizi di incasso, la proposta dell’ABI prevede la riduzione delle commissioni interbancarie rispettivamente del 36% per il Rid (da 0,25 a 0,16 euro), del 26% per il Rid veloce (da 0,35 a 0,26) e di circa il 20% per la RiBa (da 0,57 a 0,46). Sui servizi di prelievo e pagamento con la carta Bancomat, invece, il Consorzio Bancomat si impegna a ridurre di oltre il 4% la commissione interbancaria per il servizio PagoBancomat (da 0,13 a 0,12 euro per operazione, a cui si aggiunge lo 0,1579 del valore della transazione) e di oltre il 3% l’attuale commissione interbancaria per il prelievo Bancomat (da 0,58 a 0,56 euro)".

Comments are closed.