BANCHE. Banca Etica raggiunge 30 milioni di euro di capitale sociale

Banca Popolare Etica ha raggiunto quota 30 milioni di capitale sociale, con un tasso di crescita del 15% da inizio anno. Risultato ottenuto soprattutto grazie al crescente numero di sottoscrizioni ad opera di piccoli risparmiatori ed all’aumento di sottoscrizioni da parte di vecchi soci che hanno risposto con entusiasmo alla campagna "Arriva a quota 1000" lanciata da Banca Etica per stimolare i soci a raggiungere i 1000 euro.

"Aver raggiunto 30 milioni di capitale sociale, con una crescita che ha avuto un particolare slancio in una fase di crisi economica e finanziaria, è per noi una tappa importante, ma certo non è un traguardo – dice Ugo Biggeri, neo presidente di Banca Popolare Etica – Se possiamo dire di aver vinto la sfida di dimostrare che una banca etica è possibile, ora dobbiamo impegnarci per incrementare ancora i finanziamenti ai progetti di imprese sociali, responsabili e sostenibili. Per far questo, anche in vista delle nuove normative di Basilea III, continueremo con determinazione la nostra campagna per la capitalizzazione, in particolare continuando a coinvolgere quelle istituzioni – associazioni, enti religiosi, cooperative e istituzioni finanziarie quali le banche di credito cooperativo e le banche popolari – che sono più sensibili a un progetto di finanza che sa coniugare i valori dell’ efficienza economica con quelli della responsabilità sociale".

Biggeri ha ricordato che "il rendimento sociale delle azioni di banca etica è elevatissimo: ogni 3mila euro conferiti dai soci, la banca può erogare circa 35mila euro di finanziamenti, che, ad esempio, nel caso dei finanziamenti alle cooperative sociali contribuiscono a creare o mantenere almeno un posto di lavoro".

Comments are closed.