BANCHE. Bankitalia: in ripresa la domanda di finanziamento delle famiglie

La domanda di finanziamenti da parte delle famiglie segnala una ripresa nel primo semestre 2010 rispetto alla fase acuta della crisi finanziaria, con un maggior aumento delle richieste di mutui nelle regioni meridionali. Le banche prevedono che tale tendenza dovrebbe rafforzarsi anche al Nord. Più contenuta rispetto ai mutui la domanda di credito al consumo. È quanto emerge dal Report della Banca d’Italia "Economie regionali. La domanda e l’offerta di credito a livello territoriale".

"Nel primo semestre del 2010, – si legge nel documento – la domanda di finanziamenti da parte delle famiglie ha mostrato segnali di ripresa sia nella componente dei mutui sia in quella del credito al consumo, interrompendo la fase di contrazione che perdurava dall’ultimo trimestre del 2008, data di avvio dell’indagine. Secondo le previsioni formulate dagli intermediari, l’aumento delle richieste di credito da parte delle famiglie sarebbe dovuto proseguire nella seconda parte dell’anno. Nella prima parte del 2010 l’incremento delle richieste di mutui è stato più sostenuto nelle regioni meridionali del Paese rispetto alle altre macroaree; le banche intervistate si attendevano un rafforzamento di tale tendenza nella seconda metà dell’anno. La ripresa ha riguardato solo gli intermediari di maggiori dimensioni; il recupero potrebbe essersi esteso anche alle banche piccole nel secondo semestre del 2010".

È tornata a crescere anche la domanda di credito al consumo, anche se su ritmi più contenuti rispetto ai mutui. Dal punto di vista delle politiche di offerta delle banche, queste "sono risultate relativamente omogenee a livello territoriale sin dall’inizio della crisi finanziaria". Secondo il rapporto, "nel primo semestre del 2010, l’inasprimento nei criteri di erogazione del credito, piuttosto marcato a partire dallo scorcio del 2008, si è notevolmente attenuato per il credito al consumo e si è pressoché azzerato per i mutui".

Comments are closed.