BANCHE. Btp-Day, il 28 novembre commissioni d’acquisto azzerate per chi acquista titoli di Stato

Il 28 novembre i risparmiatori italiani potranno acquistare titoli di Stato, Bot e Btp, con commissioni d’acquisto quasi azzerate. A lanciare il Btp-Day è proprio Giuseppe Mussari, Presidente dell’Abi, Associazione bancaria italiana, raccogliendo l’iniziativa promossa dal signor Giuliano Melani, responsabile di una società di leasing. Lo scorso 4 novembre, il signor Melani ha acquistato una pagina del Corriere della Sera per dire agli italiani: nel pieno della bufera dei mercati, che ha fatto schizzare la spread dei titoli italiani ai massimi storici, ogni cittadino può contribuire al destino del proprio Paese ricomprando il suo debito pubblico. Il giorno dopo è arrivata un’ulteriore proposta: le banche rinuncino per un giorno alle commissioni nei confronti dei risparmiatori che vorranno acquistare titoli di Stato.

All’iniziativa hanno già aderito alcuni dei maggiori gruppi bancari, da Unicredit a Intesa Sanpaolo, da Ubi Banca a Bnl. E Mussari ha scritto proprio al Corriere della Sera, per esprimere il sostegno dell’Abi al Btp-Day e proporre la data del 28 novembre.

Secondo l’Adoc questa giornata può trasformarsi in un rilancio del risparmio e della difesa dei piccoli risparmiatori. "Sosteniamo il Btp-Day, un’iniziativa di pregio che risponde all’esigenza di trovare investitori italiani per i titoli di Stato – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – bene quindi la decisione di azzerare per un giorno le commissioni d’acquisto, è un segnale importante dato dalle banche in un momento di particolare crisi. Un segnale che noi risparmiatori e consumatori cercheremo di raccogliere. Per questo invitiamo chi può ad approfittare della disponibilità prevista, il Btp-Day potrebbe diventare la giornata del rilancio della difesa del risparmio e dei piccoli risparmiatori".

Comments are closed.