BANCHE. Chiarimenti da Unicredit, Federconsumatori sospende esposto all’Antitrust

Sospeso momentaneamente l’esposto presentato da Federconsumatori all’Antitrust, lo scorso 10 febbraio, nei confronti del gruppo Unicredit per pratiche commerciali scorrette. Diversi consumatori avevano, infatti, segnalato all’Associazione l’obbligo, per i clienti che intendevano versare denaro, di procedere al versamento esclusivamente tramite bancomat, senza la possibilità di rivolgersi al personale della singola filiale. Questo, secondo Federconsumatori, oltre ad ostacolare alcune fasce di clienti come gli anziani, produceva ulteriori costi.

L’Associazione dei consumatori fa sapere che il Gruppo Unicredit ha fornito dei chiarimenti: le commissioni aggiuntive non sono applicate sui versamenti effettuati dai clienti, ma sui prelievi. Per quanto riguarda le fasce più deboli della popolazione, poi, Unicredit ha precisato di "aver previsto un’esenzione per la suddetta commissione per le persone che hanno più di 65 anni. Allo stesso modo sono esentati dal pagamento gli abitanti dei territori disagiati dell’Aquila, di Messina e di Taormina".

"A quanto affermato da Unicredit – scrive Federconsumatori in una nota – l’applicazione della nuova commissione sui prelievi allo sportello, è stata correttamente comunicata preventivamente a tutta la clientela interessata, come previsto dalla legge, attraverso una lettera in cui il Gruppo spiegava al cliente le motivazioni di tali modifiche alle condizioni contrattuali e dando modo, quindi, ai clienti che non accettassero le suddette condizioni di cambiare banca. Rimaniamo in attesa di un incontro con Unicredit per chiarire meglio i risvolti di tale vicenda ed individuare soluzioni che non danneggino i clienti".

Comments are closed.