BANCHE. Commissione Ue propone una maggiore protezione delle garanzie finanziarie

La Commissione europea ha presentato oggi una proposta di modifica per la direttiva sui contratti di garanzia finanziaria nell’ambito del mercato dei valori mobiliari. Le proposte arrivano dopo un’attenta analisi delle direttive attualmente in vigore: quella che governa i sistemi di pagamento e regolamento delle operazioni sui titoli e quella che riguarda i contratti di garanzia finanziaria. Secondo la Commissione queste due direttive assicurano la protezione dei sistemi e facilitano l’utilizzo transfrontaliero delle garanzie, ma è necessario adattarne alcuni aspetti all’evoluzione che hanno subito tali mercati.

Le principali modifiche proposte consistono nell’estendere la protezione assicurata dalle due direttive anche ai crediti privati che rientrano nelle garanzie di credito delle banche centrali, al fine di facilitarne l’utilizzo all’interno dell’Unione europea, e di semplificare e chiarire un certo numero di elementi di applicazione. Ad esempio la creazione di un quadro giuridico armonizzato per l’utilizzo dei crediti privati a titolo di garanzia nelle transazioni transfrontaliere permetterebbe di migliorare la liquidità del mercato.

Charlie McCreevy, membro della commissione responsabile del mercato interno e dei servizi, ha dichiarato: "E’ indispensabile per la stabilità dei mercati finanziari, di garantire il buon funzionamento dei sistemi di regolamento sui mercati caratterizzati da una rapida evoluzione, soprattutto durante i periodi di turbolenza".

Per ulteriori informazioni cliccare qui

Comments are closed.