BANCHE. Conciliazione Intesa-Sanpaolo, Confconsumatori: c’è tempo fino al 30 giugno

C’è tempo fino al 30 giugno per presentare domanda di conciliazione per i clienti del Gruppo Intesa Sanpaolo IMI (IBSPT, Banco Napoli, CARIPARO, CARISBO, Banca dell’Adriatico, CARIVE, CariFrVG, FIDEURAM) che avevano acquistato titoli Parmalat prima del 24/12/2003, purché l’acquisto non sia avvenuto tramite internet o da banche e promotori finanziari estranei al Gruppo. Confconsumatori ricorda l’imminente scadenza: la domanda – fa sapere l’associazione – potrà essere compilata personalmente, scaricando regolamento e moduli dal sito www.intesasanpaolo.com e da quelli delle banche del Gruppo, oppure gratuitamente con l’aiuto di una delle 17 associazioni dei consumatori aderenti alla procedura (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori) e andrà presentata alle filiali delle banche del Gruppo.

Confconsumatori conclude sottolineando che possono presentare domanda anche coloro che abbiano già inoltrato reclamo o istanza al Conciliatore bancario o che abbiano in corso una causa civile contro le banche del Gruppo Intesa Sanpaolo e che le stesse saranno valutate caso per caso da cinque commissioni paritetiche ripartite territorialmente e composte da un rappresentante delle associazioni ed uno della banca.

Per ulteriori approfondimenti è possibile rivolgersi a Confconsumatori nazionale (tel. 0521.230134-233583, fax. 0521.285217, e-mail: parma@confconsumatori.it) o alla sede Confconsumatori più vicina, oltre al numero verde di Intesa Sanpaolo 800.303.306 (attivo da lunedì a venerdì ore 8-22 e sabato ore 9-15).

Comments are closed.