BANCHE. Concorrenza: unica tutela per il consumatore

"Il settore bancario è fra i più concorrenziali e competitivi. Certo, c’é ancora da fare". Lo ha detto l’amministratore delegato di Intesa SanPaolo, Corrado Passera, intervenendo al convegno su "Un anno di legge sul risparmio. L’Antitrust e le banche" e sottolineando che "il settore assicura una concorrenza che è l’unica tutela del consumatore più che intervenire pervasivamente con leggi ad hoc per fissare questa o quella condizione economica fra banche e consumatori".

Il presidente dell’ Antitrust, Antonio Catricalà, intervenendo ha osservato come una "delusione" c’é stata negli ultimi tempi e ha riguardato il fatto che "l’entrata nel mercato di banche straniere non ha portato una ventata di competitività. La concorrenza è un bene che si acquisisce con sforzo, bisogna seminare molto per avere un raccolto anche non soddisfacente".
Secondo il presidente un aumento della concorrenza potrebbe esserci con le aggregazioni: "Speriamo che ciò accada con le aggregazioni: il vero problema è che queste aggregazioni si fanno tra banche nelle quali ci sono poi effettivi intrecci azionari. Bisogna cercare di attenuare questi intrecci. Tutta la nostra azione è volta soprattutto a riuscire ad avere una competizione franca e chiara fra i vari istituti". A chi gli chiedeva cosa non va nelle banche, Catricalà ha risposto: "C’é un mercato che è abbastanza favorevole alla contraente forte e per far scendere il profitto di concorrenti forti ci vuole una forza politica molto più grande dell’Antitrust. Comunque noi ce la stiamo mettendo tutta".

"L’Italia è un grande Paese: non riesco a capire perché i costi dei conti correnti siano sei volte superiori a quelli della media dell’ Ue-25". Così interviene il commissario europeo alla Concorrenza, Neelie Kroes, mettendo in evidenza come il "nazionalismo economico non appartiene ai nostri tempi, è antistorico, datato". La commissaria si è compiaciuta per le iniziative prese dall’ Abi sul fronte delle spese di chiusura dei conti correnti, e si è augurata allo stesso tempo che gli istituti di credito "seguano le raccomandazioni dell’ Antitrust", rese note al termine dell’ indagine conoscitiva sui prezzi alla clientela dei servizi bancari. Kroes ha infine osservato come il sistema unico dei pagamenti europei (Sepa) "offre una grande opportunità in termini di concorrenza ma non dev’essere l’occasione per le banche di alzare i prezzi per servizi di minore qualità".

Comments are closed.