BANCHE. Consumatori: “Ci auguriamo che con Mussari continui collaborazione tra Abi e associazioni”

Associazioni di Consumatori soddisfatte della nomina del neo presidente dell’ABI. "Siamo molto soddisfatti della nomina di Giuseppe Mussari che domani inizia il suo lavoro come nuovo Presidente dell’ABI. Siamo certi che vorrà continuare e rafforzare la collaborazione di questi anni tra ABI e associazioni consumatori. Importanti obiettivi sono stati già raggiunti attraverso il Consorzio PattiChiari, al quale speriamo aderiscano sempre più banche". È quanto dichiarano in una nota congiunta il Movimento Difesa del Cittadino (MDC), Adiconsum, Confconsumatori e Assoutenti.

Le associazioni ricordano i più significativi risultati raggiunti: "Oltre al successo dei progetti relativi all’educazione finanziaria e delle guide alla clientela, abbiamo visto ridursi in modo consistente i tempi delle operazioni di valutazione da parte delle banche dei mutui dei nuovi clienti (4 giorni in media); i tempi per effettuare il rimborso degli addebiti errati/non autorizzati sulle carte di pagamento dei consumatori, una volta accertatone l’uso fraudolento (7 i giorni in media, mentre prima le pratiche si protraevano anche oltre 1 mese). Al contempo è migliorata la sicurezza dell’home banking (26.000 circa sono gli sportelli che mettono a disposizione un secondo fattore di autenticazione), la trasparenza e la capacità di scelta dei consumatori, che attraverso il "Motore di confronto dei conti correnti" possono confrontare le caratteristiche di 844 conti correnti (si sono duplicati rispetto al 2004), relativi a 102 banche". Le associazioni consumatori sono presenti nel Comitato di consultazione presieduto dal prof. Pippo Ranci, che si pronuncia sulle scelte strategiche del Consorzio PattiChiari e nel Comitato di monitoraggio sui motori di ricerca e confronto.

Apprezzamento per le iniziative svolte con PattiChiari viene espresso da Cittadinanzattiva: "All’Associazione Bancaria Italiana va riconosciuto il merito di aver intrapreso negli ultimi anni un percorso di autoregolamentazione che ha costituito la premessa per importanti novità legislative per il settore bancario e finanziario. Se oggi il comparto bancario è relativamente più concorrenziale e trasparente di prima, molto lo si deve alle iniziative di PattiChiari, nelle quale sin da subito l’Abi ha voluto coinvolgere le Associazioni dei Consumatori, iniziative che nel loro insieme stanno contribuendo ad elevare il livello medio del sistema bancario italiano dal punto di vista dei bisogni e della tutela degli utenti": è quanto dichiara il vicesegretario generale Antonio Gaudioso, per il quale "nella perdurante assenza di una politica pubblica in tema di educazione finanziaria nel nostro Paese, vanno riconosciuti all’Abi gli sforzi per diffondere una cultura del risparmio consapevole e un’alfabetizzazione finanziaria di base, elementi indispensabili per favorire un’adeguata tutela dei risparmiatori. Il tutto, mentre sono fermi in Parlamento ben due disegni di legge in tema di educazione finanziaria".

Comments are closed.