BANCHE. Denuncia del CTCU: mutuo fondiario a tasso da usura

Un mutuo fondiario con tassi di interesse talmente elevati, corretti al rialzo per sette volte, che finiscono per superare la soglia dell’usura: la denuncia arriva dal Centro Tutela Consumatori Utenti e segnala il caso di un mutuo fondiario concesso qualche anno fa dalla Cassa di Risparmio dal quale emerge l’applicazione di un tasso troppo elevato. L’associazione ha deciso dunque di presentare un esposto in Procura e ha chiesto alla banca la riduzione "a zero" degli interessi.

"Il caso – afferma Walther Andreaus, direttore del CTCU – ripropone l’annosa questione del possibile sforamento nell’usura dei tassi di contratti di finanziamento a tasso variabile. È grave e vessatorio che un istituto come la Cassa si permetta simili comportamenti e soprattutto che, in presenza di un evidente calo dei tassi sul mercato, da molti mesi a questa parte, non abbia deciso di adeguare al ribasso il tasso altrettanto solertemente come quando aveva deciso di alzarlo."

Cosa è accaduto? Il caso, afferma il CTCU, riguarda un mutuo fondiario concesso nel 2005 a un consumatore a un tasso variabile non indicizzato, con un tasso di partenza del 5,50% e con la facoltà della banca concedente di "modificare la misura del saggio di interesse ogni qualvolta si verifichino variazioni sul mercato finanziario (Euribor 3 mesi – 365 giorni) o venga modificato il tasso di sconto…". Praticamente, rileva l’associazione, il tasso diventa "a discrezione della banca": è stato aumentato sette volte seguendo solo le variazioni al rialzo e mai quelle in diminuzione.

"Ebbene il consumatore, nel nostro caso, sta pagando dal 15.09.2008 un tasso del 7,35% – denuncia il CTCU – che è non solo spropositato per quel tipo di mutuo, visti gli attuali livelli di mercato, ma che supera o almeno ha superato nel periodo aprile-giugno 2009 la soglia di usura per mutui a tasso variabile, fissata trimestralmente dal Ministero del Tesoro (soglia di usura per mutui a tasso variabile con copertura ipotecaria e durata superiore ai 5 anni = 6,87%, contro il 7,35% applicato al mutuo)".

Comments are closed.