BANCHE. Due milioni di italiani fanno transazioni on line. Indagine AcNielsen

A qualcuno piace online. Tanto che nel primo trimestre 2006 gli utenti dei siti banking in Italia sono stati più di sette milioni e mezzo. E se per molti l’accesso internet alla banca è un’opportunità per cercare informazioni su specifici prodotti o servizi, per due milioni di persone, invece, serve anche a compiere transazioni. Tre clienti su dieci effettuano addirittura bonifici, uno su dieci paga i bollettini postali e due su dieci ricaricano il cellulare. Oltre un milione, poi, quelli che controllano in tempo reale l’andamento dei loro investimenti tramite login. E’ quanto emerge dagli ultimi dati di ricerca rapporto di Nielsen NetRatings, svolta attraverso un rapporto denominato ‘Digital Finance’.

Per quanto riguarda l’offerta di fondi, i primi undici gruppi bancari monitorati dallo studio ne offrono più di 1.500. Si va da Ing Direct con un solo prodotto a Fineco che ne commercializza oltre mille. Sul fronte dell’assortimento, solo quattro istituti su undici si comportano da ‘supermercato’ e offrono anche fondi non realizzati dalla Sgr collegata alla banca, mentre la maggioranza vende soltanto ‘fondi della casa’. La logica dell’assortimento multiplo sembra comunque garantire performance migliori: il numero di clienti con fondi in portafoglio è fino a tre volte superiore rispetto a quello delle banche che propongono solo fondi realizzati da una Sgr collegata.

Comments are closed.