BANCHE. Europa, esperti a lavoro per individuare ostacoli per mobilità conti correnti

Un gruppo di esperti per individuare tutti gli ostacoli che i clienti delle banche sono costretti oggi ad affrontare per cambiare conto corrente da un istituto all’altro oppure, più semplicemente, per aprirne o chiuderne uno, anche a livello transnazionale. L’iniziativa, annunciata ieri dalla Commissione europea, servirà a capire come questi ostacoli potranno essere rimossi in Europa, anche nell’ambito del progetto dell’Esecutivo Ue per una migliore regolamentazione.

"Un conto corrente è spesso una condizione essenziale per accedere a tutta una serie di altri prodotti finanziari, come i prestiti e gli investimenti – ha dichiarato in un comunicato il Commissario Ue al Mercato interno, Charlie McCreevy -. La maggior parte dei clienti ricevono questi servizi dalle banche dove hanno il conto corrente, quindi per avere acceso ai prodotti migliori devono poter cambiare conto facilmente". Tuttavia, ha proseguito McCreevy, "in pratica spesso i clienti incontrano difficoltà quando cercano di cambiare conto corrente e il gruppo di lavoro ci aiuterà a identificare questi ostacoli" legali, amministrativi e di altra natura. Il rapporto del gruppo sarà reso pubblico entro la prima metà dell’anno prossimo.

Comments are closed.