BANCHE. Indagine Mr Prezzi, Adoc: inaccettabili minacce dell’Abi

"Sono inaccettabili le minacce a Mister Prezzi". Così l’Adoc interpreta la reazione dell’Abi a seguito della presa di posizione di Roberto Sambuco che durante un’audizione al Senato ha giudicato "gravissime le nuove commissioni poste dalle banche sui prelievi in contanti dai propri conti correnti". Nel corso del suo intervento Mr Prezzi ha anticipato che saranno effettuare verifiche riguardo gli oneri caricati sui consumatori e la corretta applicazione delle norme sul massimo scoperto. L’Adoc è disponibile fin da ora a dare tutto il supporto a Mister Prezzi e ad assistere i consumatori che non accettino modifiche unilaterali dei contratti di conto corrente in modo così vessatorio ed inspiegabile nel caso di commissioni sui prelievi di propri soldi depositati in banca.

"La reazione dell’ABI alla giusta apertura di una inchiesta da parte di Sambuco ci appare inaudita e gravissima – dichiara Carlo Pileri, Presidente di Adoc – sembra quasi una pressione per evitare di fare chiarezza su misure che appaiono, al contrario di quel che dichiara l’ABI nel comunicato odierno, poco trasparenti e in odore di violare anche la concorrenza, cosa che ci auguriamo presto sia verificata dall’Antitrust alla quale abbiamo già segnalato il problema. Se la posizione di ABI non dovesse essere di disponibilità a collaborare con Mister prezzi e con l’Antitrust per fare chiarezza sulla gabella messa sui prelievi dei soldi depositati dai loro clienti, sui quali peraltro gravano spese bancarie sempre più onerose, interessi su mutui fidi e scoperti in crescita e interessi attivi ormai praticamente inesistenti, l’Adoc si vedrà costretta a rivedere la sua posizione anche sul progetto Patti Chiari."

Comments are closed.