BANCHE. Ius variandi, Antitrust: “Circolare ABI ha violato concorrenza”

La circolare emanata dall’ABI del 7 agosto 2006 in tema di ius variandi costituisce un’intesa restrittiva della concorrenza. Lo ha stabilito Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Il provvedimento dell’Authority non ha però portato ad una sanzione, data l’iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana, che ha spontaneamente sospeso e poi revocato in modo definitivo la circolare.

L’ABI ha infatti deciso di revocare definitivamente il documento e di sciogliere il gruppo di lavoro costituito ad hoc. Ma c’è di più. L’associazione si è anche impegnata a garantire che che l’attività di approfondimento sulla regolamentazione non sfoci in forme di coordinamento tra le banche associate in grado di alterare la competizione sul mercato. L’Abi informerà l’Autorità sull’esito delle verifiche effettuate in tal senso ed il Garante monitorerà tali esiti. La vicenda era iniziata con un’istruttoria dell’Antitrust avviata il 14 settembre 2006: l’Autorità aveva usato in quell’occasione i poteri cautelari, imponendo all’Abi la sospensione della circolare sullo ius variandi.

Comments are closed.