BANCHE. La rivista mensile dell’Abi compie 60 anni e si rinnova

Bancaria, il mensile economico-finanziario edito da Bancaria Editrice, compie 60 anni e si rinnova. Nel corso dell’incontro tenutosi per celebrare la rivista – al quale hanno preso parte, oltre a Mario Sarcinelli, Giuliano Amato, Pier Francesco Asso, Marcello De Cecco, Marcello Messori e Giuseppe Zadra – sono state presentate tutte le novità che d’ora in poi caratterizzeranno la rivista "Forte della sua tradizione che ha attraversato la storia del Novecento italiano dai suoi albori fino al nuovo millennio – ha detto il direttore generale dell’Abi, Giuseppe Zadra – Bancaria ha ora arricchito le sue pagine con nuove iniziative ed importanti novità, che rafforzeranno la sua storica missione di rivista scientifica "bivalente", in grado cioè di rivolgersi all’accademia come alle imprese, agli addetti ai lavori come ad un pubblico più vasto, facendo al tempo stesso formazione e informazione sui temi dell’universo bancario e finanziario italiano ed internazionale".

D’ora in poi, inoltre, Bancaria presenterà una serie di iniziative e di novità che la pongono all’avanguardia nel panorama italiano ed internazionale delle riviste economiche, ed in particolare di quelle dedicate ad un comparto così nevralgico e centrale per l’economia come è quello del credito e della finanza. Tra le principali novità – lanciate in collaborazione con l’Associazione dei docenti di economia degli intermediari e dei mercati finanziari (Adeimf), che associa oltre 200 professori – c’è Forum, una sezione che ospiterà articoli in italiano e in inglese sottoposti al cosiddetto referaggio, cioè ad una valutazione, sistematica e anonima, sulla base di criteri analoghi a quelli adottati dalle principali riviste internazionali. I valutatori saranno docenti e ricercatori scelti in ambito accademico, uffici studi e centri di ricerca. I criteri su cui sarà basata la loro valutazione vanno dalla capacità di contribuire al miglioramento della conoscenza in campo bancario, finanziario e assicurativo alla proposta di argomentazioni innovative, dalla presentazione di un adeguato impianto metodologico ad un valido supporto empirico all’analisi teorica, dalla forma fruibile anche ai lettori non specialisti al contributo concreto alle pratiche operative.

Bancaria si è inoltre dotata anche di un nuovo Advisory Board, composto da professori universitari di prestigio ed esperienza, e di un Editorial Board, composto da tredici economisti e giuristi. A questo proposito la rivista ha anche già definito ed esplicitato la propria Editorial Policy, mettendo l’accento "sui criteri di qualità e innovazione", e soprattutto sottolineando l’intenzione "di coniugare le esigenze di ricerca e divulgazione scientifica con quelle di informazione e aggiornamento professionale".

 

 

Comments are closed.