BANCHE. Milano, Al “Salone della Gestione del Risparmio” si parla di educazione finanziaria

Il 21, 22 e 23 aprile 2010, si terrà a Milano "Il Salone della Gestione del Risparmio", l’evento italiano interamente dedicato al settore del risparmio gestito organizzato da Assogestioni. Il tema di questa prima edizione è l’educazione finanziaria. Recenti studi dimostrano che non solo i prodotti di risparmio gestito vengono confusi con quelli bancari e assicurativi, ma addirittura la maggioranza dei cittadini ha difficoltà a descrivere le caratteristiche dei più semplici strumenti finanziari, come le azioni e le obbligazioni (e il relativo differente livello di rischio).

In linea con la sua missione, il Consorzio PattiChiari ha scelto di collaborare attivamente alla sua realizzazione: l’educazione finanziaria è uno dei grandi temi con i quali tutte le società avanzate si trovano oggi a confrontarsi ma è soprattutto una delle leve strategiche su cui si deve puntare per lo sviluppo della nostra economia e dell’intera società, essendo un beneficio per il singolo e per la collettività.

Una parte fondamentale del "Salone della Gestione del Risparmio" è dedicata ad un tema centrale per il Consorzio la diffusione dell’educazione finanziaria nelle scuole: sin dalla sua costituzione PattiChiari agisce in questo senso nella ferma convinzione che un livello più elevato di educazione finanziaria dei cittadini aumenti la consapevolezza delle loro scelte d’investimento e contribuisca a ridurre i rischi di valutazioni non in linea con le aspettative. Sicuramente l’aumento del livello di educazione finanziaria è un obiettivo di lungo termine che richiede un percorso culturale a partire dalla scuola, ambito ideale e funzionale per coinvolgere i giovani sulle tematiche finanziarie. I grandi temi di attualità, dall’alimentazione alla sicurezza stradale, trovano origine e diffusione e nell’ambito scolastico poiché in questo modo si ha la certezza di raggiungere una gran parte della popolazione e di contribuire in modo organico allo sviluppo culturale del Paese.

Il Programma

 

 

Comments are closed.