BANCHE. Mutui, Altroconsumo confronta due mutui con il “cappello”

Banca Popolare di Milano propone ai suoi correntisti un nuovo mutuo a tasso variabile (indicizzato al tasso Bce) che prevede però un tetto massimo al 5% (il cosiddetto "cap"). Ha uno spread del 2%, che però si può ridurre all’1,7% sottoscrivendo anche un pacchetto assicurativo (una polizza vita un po’ costosa). "Si tratta di un tasso variabile un po’ più alto di quelli proposti dai mutui indicizzati tradizionali, ma questo tipo di mutuo ha il vantaggio di far correre meno rischi in caso di aumento consistente dei tassi di mercato. Non è il solo mutuo indicizzato con "cap", ma al momento è quello con il tetto più conveniente. Meglio però la versione senza polizza vita" commenta Altroconsumo che in generale ritiene "i mutui con "cap" una scelta interessante in questo periodo, ovvero in un periodo di tassi bassi ma con una previsione di crescita futura". L’Associazione ha messo a confronto l’offerta con "cap" di Bpm con un’altra che sta avendo grossa fortuna sul mercato, quella con "cap" al 5,5% di Monte dei Paschi di Siena (vedi tabella). Dal confronto effettuato da Altroconsumo, a parità di condizioni risulta più conveniente la proposta della Banca Popolare di Milano.

Comments are closed.