BANCHE. Nielsen/NetRatings: nuovo periodo di crescita per l’Internet Banking

"Tra il 2003 e il 2006 i clienti attivi online delle banche sono incrementati del 150%, raggiungendo i 4,5 milioni. Il numero di coloro che consulta i siti delle banche online è passato da 5 a 8 milioni. La crescita è stata esponenziale fino a metà del 2005 (+125%), poi si è assestata al 10%.". Sono questi alcuni dei dati riscontrati dall’istituto Nielsen/NetRatings, in collaborazione con Milanofinanza.it e con le sezioni economia e finanza di Corriere.it e Repubblica.it, attraverso uno studio che ha coinvolto inoltre 4000 lettori di informazione finanziaria online. Secondo le analisi dell’indagine i dati confermano che l’Internet banking è entrato in una fase di maturità, mentre segnali di un diverso modo di fruire dei siti indicherebbero l’opportunità di innovare e dare inizio a un nuovo periodo di crescita.

L’internet banking risulta impiegato dal 77,6% degli intervistati mentre la seconda risorsa per l’utilizzo è rintracciabile nella filiale (52,3%), seguita dagli sportelli di prelievo (43,6%). Dalla ricerca ciò che emerge con più rilevanza è che proprio coloro che abitualmente si interessano all’informazione finanziaria sono i più propensi ad accedere ai servizi informativi e dispositivi in mobilità.

In particolare Paolo Barbesino, Partner Commstrategy, nota come recentemente si sia "assistito al rapido sviluppo di operatori finanziari che, al di fuori del sistema bancario, hanno incontrato il consenso degli evoluti della rete, riuscendo a intercettare comportamenti orizzontali, come lo scambio di moneta da utente a utente". Tutto questo acquisisce notevole rilevanza se si considera "circa la metà dei rispondenti commenta e raccomanda prodotti finanziari nella propria cerchia di familiari e amici, mentre un ancora esiguo 6% è coinvolto nella produzione di questi contenuti online", afferma Cristina Papini, Sales & Project Manager di Nielsen//NetRatings.

LINK: Nielsen/NetRating

Commstrategy

Comments are closed.