BANCHE. Nuovi rapporti con i consumatori: Abi vara programma di autoregolamentazione

Prezzi più chiari, contratti e condizioni più semplici, estratto conto facile da leggere, consulenza pre e post vendita sui prodotti finanziari, trasferimento automatico delle bollette per chi vuole cambiare banca ed eliminazione di ogni altro eventuale ostacolo alla mobilità dei clienti. Sono questi gli obiettivi del nuovo piano di autoregolamentazione varato oggi dal Comitato esecutivo dell’Abi con l’obiettivo di rendere più trasparente il rapporto tra banche e consumatori.

"Si tratta di un programma di autoregolamentazione concertata – ha detto il Presidente dell’Abi Corrado Faissola – nell’ambito del quale il dialogo e la collaborazione con i consumatori, le istituzioni e le autorità di vigilanza servirà a rendere i servizi bancari sempre più chiari, funzionali, competitivi e concorrenziali. Recepiremo cioè le richieste e le esigenze dei clienti e le tradurremo in pratica, mediante iniziative di autoregolamentazione da sottoporre al vaglio delle autorità".

Il Piano d’Azione delle banche riguarda cinque aree di intervento: trasparenza e semplicità nei rapporti tra banche e clienti, con riferimento alle comunicazioni, alla durata delle condizioni e ai contratti; modalità di rappresentazione dei prezzi; consulenza e assistenza pre e post vendita per i prodotti finanziari distribuiti dalle banche, assumendo come linea guida l’interesse del cliente; eliminazione delle eventuali residue barriere e dei vincoli alla mobilità dei clienti; aspetti legati alla sicurezza informatica.

Le prime tre iniziative sono state approvate oggi e vanno dalla creazione di un indicatore sintetico di costo dei conti correnti, al trasferimento automatico delle domiciliazioni bancarie in caso di chiusura di un conto corrente, all’informativa al cliente direttamente allo sportello automatico nel caso di commissioni sui prelievi bancomat sugli sportelli di un’altra banca.

Arriva l’indice sintetico di costo del conto corrente e l’estratto conto facile
Ogni banca invierà tutte le informazioni relative ai propri conti correnti ad un apposito motore di ricerca che metterà a disposizione del cliente un "Foglio informativo sintetico", attraverso il quale sarà possibile mettere a confronto tutti i conti correnti e scegliere quello più conveniente in relazione alle proprie esigenze. Il "Foglio informativo sintetico", che sarà disponibile anche in versione cartacea per raggiungere quei clienti che non utilizzano internet, fornirà al cliente un "Indicatore sintetico di costo", basato sulle 10 principali voci che rappresentano il 90% dei costi annuali del cliente.
Quanto all’estratto conto d’ora in poi diventerà decisamente più "facile": i clienti riceveranno già dai prossimi mesi un estratto accompagnato da uno schema standard nel quale sarà riportata la tipologia e il numero di operazioni effettuate dal cliente nel corso dell’anno e i relativi costi. Sarà inoltre riportato un dato di sintesi, e cioè il costo annuale effettivamente sostenuto per le operazioni fatte, messo a confronto con quello dell’anno precedente. In questo modo, con un solo colpo d’occhio, il cliente potrà vedere quante e quali operazioni ha fatto, quanto gli è costato complessivamente il conto e se ha speso di più o di meno dell’anno precedente.

Entro l’anno trasferimento automatico delle bollette
Anche cambiare conto corrente o banca d’ora in poi sarà ancor più facile, oltre che gratuito. Con la nuova iniziativa delle banche, infatti, viene meno anche il problema della trafila "burocratica" alla quale erano spesso costretti i clienti per chiudere un conto e per trasferire su un altro le bollette e gli altri pagamenti ricorrenti. D’ora in poi ci penseranno le banche stesse, che entro la fine dell’anno adotteranno le procedure necessarie a rendere automatico questo trasferimento (domiciliazioni RID). Inoltre sarà avviato un monitoraggio dei tempi necessari per chiudere un conto corrente, in modo tale che al momento di aprirne uno il cliente saprà già in anticipo il numero di giorni che occorreranno se in futuro dovesse decidere di chiuderlo. Su questi temi, infine, negli oltre trentamila sportelli delle banche italiane sarà distribuita un’apposita guida informativa.

Prezzi chiari per i prelievi bancomat
Nel caso di prelievo di denaro contante con il Bancomat allo sportello automatico di un’altra banca, al momento dell’operazione comparirà sul video l’ammontare dell’eventuale commissione che il cliente è tenuto a pagare in base al contratto della sua carta. In questo modo il cliente saprà sempre quanto gli costa l’operazione e potrà decidere se effettuarla ugualmente o recarsi al più vicino sportello della sua banca.

Tempi di realizzazione
Nelle prossime settimane l’Abi e le banche metteranno a punto i dettagli tecnici per far funzionare queste iniziative, ricorrendo anche alle procedure già realizzate nell’ambito del progetto PattiChiari. Le prime tre iniziative di autoregolamentazione saranno operative entro la fine dell’anno.

 

Comments are closed.