BANCHE. Parmalat, nuove opportunità di risarcimento

Nuove opportunità per i risparmiatori vittime del crack Parmalat. Confconsumatori, infatti, fa sapere che presso il Tribunale di Parma si stanno incardinando tre nuovi filoni processuali che vedono alla sbarra le più importanti Banche estere che, secondo l’accusa, unitamente a Callisto Tanzi, hanno contribuito a cagionare il dissesto finanziario della Parmalat.

In particolare, i processi in questione, faranno luce sulle responsabilità di Deutsche Bank, di Morgan Stanley e di Bank of America nel default della società.

Per tutti coloro che non si sono costituiti parte civile nei vari processi penali pendenti presso il Tribunale di Parma o nel secondo di Milano, e che non hanno aderito alla proposta transattiva formulata dalle tre banche (transazione con le banche Deutsche Bank, Morgan Stanley e UBS Limited, che ha interessato anche i costituiti nel secondo processo di Milano), vi è un’altra possibilità di ottenere rimborsi.

I risparmiatori interessati possono contattare le sedi di Confconsumatori per avere maggiori delucidazioni su questa nuova opportunità, entro la prima metà del mese di settembre.

Comments are closed.