BANCHE. Poste italiane entra nel Consorzio CBI

Poste Italiane entra nel Consorzio CBI, l’organismo costituito per la gestione dei servizi di Corporate Banking Interbancario grazie ai quali le imprese possono dialogare in modo veloce e sicuro con tutte le banche con cui hanno un rapporto di conto corrente, attraverso un unico collegamento telematico. Lo comunica una nota congiunta di Poste e dell’Associazione bancaria italiana. Entro la metà del 2009 Bancoposta si aggiungerà alle oltre 690 banche che offrono alle imprese servizi come la dematerializzazione di contratti e pratiche con la fattura elettronica e la firma digitale, lo scambio di documenti ed informazioni in tempo reale, operazioni di incasso e pagamento più sicure. Per l’amministratore delegato di Poste Italiane Massimo Sarmi l’ingresso nel Consorzio "conferma la crescita dell’azienda nell’area dei servizi finanziari evoluti", mentre per il presidente del CBI Giuseppe Zadra "i servizi di ultima generazione sviluppati nell’ambito del Corporate banking interbancario rappresentano un importante contributo d’efficienza e semplificazione nel dialogo tra banche e imprese e con la pubblica amministrazione. In questa direzione, l’ingresso di un nuovo interlocutore come Poste Italiane non può che rappresentare un ulteriore e significativo passo in avanti".

Comments are closed.