BANCHE. Spot “5% netto”, Antitrust multa Barclays Bank per pratiche scorrette

Il claim principale era "5% netto fino a 12 mesi" e i messaggi pubblicitari – spot televisivi, radiofonici e via stampa – si presentavano come un’offerta di interessi pari al 5% netto sui risparmi: messaggio "omissivo" in quanto non ha reso esplicite le limitazioni e le condizioni per fruire dell’offerta. È questa la motivazione con la quale l’Autorità Antitrust ha sanzionato Barclays Bank per pratica commerciale scorretta con una multa pari a 250 mila euro.

Nel mirino dell’Autorità è finito lo spot realizzato dalla banca e diffuso sulle emittenti televisive Rai 2 e Rai 3, sulle emittenti radiofoniche Rai 1, Rai 2, Rai 3, e sui quotidiani La Gazzetta dello Sport (edizione del 7 settembre 2008), Corriere della Sera (edizione del 11 settembre 2008), e il Resto del Carlino (edizione del 15 settembre 2008).

Nello spot televisivo veniva presentata "una situazione paradossale", ricorda l’Antitrust sul bollettino – "un venditore strappa alcune pagine di un libro, una fioraia taglia i boccioli a delle rose, una commessa toglie il tacco ad una scarpa" – accompagnata da uno speaker che afferma: "Immagina se tutti ti offrissero il lordo. Immagina se a tutto ciò che chiedi togliessero sempre una parte importante. Eppure, è quello che accade ai tuoi interessi bancari: vengono ridotti, sfoltiti, tagliati. Barclays invece è la banca che ti parla netto. 5% netto sui tuoi risparmi fino a 12 mesi. Scegli Barclays netto. Da oggi parlare di lordo non sta più in piedi. Barclays netto 800.106.106".

Peccato che, rileva l’Antitrust, il messaggio televisivo non rendesse esplicite le reali caratteristiche del prodotto e le condizioni per fruire dell’offerta (attraverso il solito super scritto in caratteri piccoli e illeggibile) come accadeva anche per lo spot radio e in misura minore per il messaggio a stampa, dove le informazioni erano parzialmente presenti ma scritte in caratteri ridotti e in una specifica a fondo pagina "inidonea a bilanciare il contenuto della promessa principale".

Fra le condizioni limitative dell’offerta, ricorda l’Antitrust, in particolare emerge che: "il tasso del 5% Netto vantato non si riferisce ad un conto deposito ma ad una operazione Pronti Contro Termine; per poter accedere all’offerta oggetto dei messaggi è necessario aprire un conto corrente presso Barclays; il rendimento del 5% è subordinato alla effettuazione di un deposito minimo di 50.000 euro ed ha una durata limitata nel tempo ovvero condizionata alla sottoscrizione di un ulteriore prodotto della Banca; l’offerta è fruibile solo dai nuovi clienti, è accessibile solo entro il limite temporale del 31 dicembre 2008, ed è possibile aderire all’iniziativa solo online o tramite call center". Da qui la sanzione per pratica commerciale scorretta.

Comments are closed.