BANCHE. Supermoney: il 60% degli italiani non ha fiducia nel sistema bancario

"Il 60% degli italiani non ha più fiducia nella propria banca e teme per i propri soldi". E’ quanto rileva l’ultima inchiesta di SuperMoney News che fotografa le paure dei risparmiatori. Al centro delle paure dei risparmiatori c’è una crisi di fiducia nelle banche: "Un bel problema visto che il sistema bancario nel suo complesso si fonda sul rapporto di fiducia tra famiglie (che principalmente depositano fondi), imprese (che cercano finanziamenti) e banche (che gestiscono e coordinano questo meccanismo)" fa notare Supermoney.

L’analisi di SuperMoney, realizzata attraverso un’indagine on line inviata ad un campione di ventimila utenti, ha evidenziato che appena il 27,8% ha dichiarato la propria fiducia nel sistema bancario. "Il rapporto tra banche e clienti, in Italia, è sempre stato caratterizzato da una forte conflittualità: la percezione comune è che il sistema bancario, anziché dare sostegno a famiglie e imprese, cerchi di speculare proprio su quei servizi che per i risparmiatori sono di maggiore importanza (ne è un esempio la costante polemica sui costi eccessivi dei conti correnti)" si legge nella nota diffusa oggi.

Il dato più preoccupante rilevato da SuperMoney News riguarda però coloro che fino a qualche tempo fa si affidavano agli istituti di credito con tranquillità, mentre ora, alla luce dei recenti sviluppi dei mercati, hanno cambiato opinione. E’ infatti pari al 56% del campione la percentuale di chi ha perso fiducia nella propria banca e oggi dichiara di temere per i propri risparmi. Cosa ha determinato questa inversione di rotta? "In un momento di grande difficoltà per l’intero sistema economico, gli istituti di credito appaiono sempre più lontani dalla gente e attenti ai propri interessi: titoli tossici, speculazioni sui derivati, spread in aumento, sono tutti elementi che contribuiscono a raffreddare l’atteggiamento dei risparmiatori nei confronti delle banche" spiega Supermoney.

Secondo Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney "questa importante crisi di fiducia da parte dei risparmiatori rischia di dare il colpo di grazia al sistema finanziario italiano". "La bancarotta spaventa soprattutto i piccoli risparmiatori – spiega Manfredi – che non hanno una conoscenza approfondita dei meccanismi macro economici e si sentono del tutto impotenti di fronte all’incertezza dei mercati e della situazione complessiva". Nonostante ciò, in questo contesto, il rischio di un "assalto agli sportelli" da parte dei risparmiatori nel tentativo di mettere i propri risparmi al riparo si fa più concreto. Una tentazione cui sarebbe meglio non cedere: in un momento in cui le banche italiane hanno bisogno di ricapitalizzarsi e stanno facendo il massimo per allettare i consumatori con alti tassi di interesse sui conti deposito per raccogliere denaro, una fuga dagli sportelli sarebbe difficilmente recuperabile.

Comments are closed.