BANCHE. Visa Europe riduce commissione interbancaria

Visa Europe ha proposto di portare allo 0,20% la commissione interbancaria per tutte le transazioni transfrontaliere e nazionali effettuate con carte di pagamento in alcuni Paesi dell’Unione Europea, tra cui l’Italia. Gli altri paesi che ne beneficeranno sono quelli dove le commissioni sono fissate da Visa Europe ossia Grecia, Ungheria, Ungheria, Islanda, Irlanda, Malta, Svezia, Lussemburgo e Olanda. La commissione interbancaria è una commissione fissata collettivamente dalle banche che fanno parte del circuito Visa Europe, per i pagamenti effettuati dal consumatore con la carta.

La decisione di Visa arriva in risposta all’analisi pubblicata dalla Commissione Europea nel 2009, secondo cui la commissione interbancaria fissata da Visa Europe risultava sproporzionata e violava le norme comunitarie di concorrenza. Per questo Visa Europe ha proposto di portare allo 0,20% (del prezzo finale di un prodotto o di un servizio) la commissione interbancaria per ogni pagamento effettuato con carta.

Tale impegno è stato accolto con favore dal Commissario Ue alla concorrenza Joaquim Almunia, secondo il quale "questo gioverà all’efficacia del sistema finanziario europeo, a vantaggio dei consumatori e dei commercianti".

La Commissione sottolinea in una nota che questa riduzione è sulla stessa lunghezza d’onda degli impegni già presi da MasterCard nell’aprile 2009. Le commissioni multilateriali di interscambio per i pagamenti nazionali saranno così ridotte in media del 60%, mentre quelle per pagamenti transfrontalieri del 30%.

Comments are closed.