BIO. Al via ieri SANA 2008, Zaia: tolleranza zero contro i criminali nell’agroalimentare

Tolleranza zero contro i criminali nell’agroalimentare. E’ questo il forte messaggio del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Luca Zaia, in occasione dell’inaugurazione del XX Salone Internazionale del Naturale (SANA 2008) ieri a Bologna. Lo riferisce il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali in una nota.

"Quello della lotta alle frodi alimentari, alle agropiraterie ed alle contraffazioni – ha detto Zaia – è una priorità da perseguire con convinzione e motivazione profonda, perché significa difendere il diritto alla salute delle nostre famiglie".

Il Ministro ha poi fornito e commentato i recenti dati sull’agricoltura biologica forniti da Ismea/ACNielsen e dal Sinab – il Sistema di Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica, che confermano il primato europeo dell’Italia per superfici convertite al biologico, in tutto 1.150.253 di ettari, e per numero di operatori: 50.276 di cui 45.224 produttori; 4.841 preparatori e 211 importatori esclusivi. Stabile anche la posizione dell’Italia a livello mondiale. Il nostro paese si conferma quinto al mondo, in termini assoluti di superficie dopo Australia, Cina Argentina e Stati Uniti.

Il Salone, giunto alla sua ventesima edizione, si è aperto ieria durerà fino a domenica 14 settembre. Tra le principali attrazioni di quest’anno, un bio-supermercato di 850 metri quadrati. All’interno 4000 prodotti biologici, un’area bimbi con eco-giocattoli e un punto di consulenza sulla finanza etica. Inoltre, all’interno è stato allestito un grande spazio dove guardare, provare, acquistare il meglio della produzione biologica: un supermercato NaturaSi’ (la piu’ importante catena di bio-supermercati in Italia) di 850 metri quadrati. Talmente grande che al suo interno saranno organizzate anche delle visite guidate, con tanto di ‘esperto-guida’ a far da cicerone tra scaffali e reparti, per illustrare le virtu’ e i valori legati alla produzione e alla spesa bio ed ecologica.

Presente al SANA 2008 anche "Qualità Lavoro", il marchio-sociale promosso dall’Associazione Italiana Agricoltura Biologica (AIAB) e l’Unione Italiana Lavoratori Agroalimentari (UILA) con una vetrina espositiva delle aziende aderenti. Il marchio "Qualità Lavoro" è nato nell’aprile 2007 dalla sottoscrizione al Cnel del Protocollo d’intesa Uila-AIAB, con la finalità di promuovere il biologico e la qualità del lavoro nel settore. Le aziende che aderiscono al marchio si impegnano così a non utilizzare lavoro infantile, non attuare discriminazioni razziali, culturali o di genere, non praticare punizioni corporali o violenza verbale; inoltre garantiscono: luoghi e condizioni di lavoro salubri e sicure, il rispetto del diritto all’attività sindacale, l’osservanza degli orari di lavoro legali e un salario che soddisfi i bisogni essenziali del lavoratore.

Comments are closed.