BIO. Nelle scuole un mln di pasti bio. Il 4 ottobre torna la Biodomenica

Mense biologiche pubbliche di scuole e ospedali saranno il tema centrale della X edizione della Biodomenica, organizzata da Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Coldiretti e Legambiente, che si svolgerà domenica 4 ottobre in più di 60 piazze italiane, dove i produttori bio incontreranno i consumatori con degustazioni, laboratori e mercati. Nel frattempo, nelle scuole sono un milione i bambini che potranno consumare un pasto bio, con un aumento del 700% in dieci anni. Rispetto allo scorso anno, l’aumento di mense che adottano prodotti bio e locali è del 14%.

Ma il 71% delle mense bio si conta nelle regioni settentrionali e il 20% al Centro, le prime quattro regioni per ristorazione bio (Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Veneto e Friuli) rappresentano, da sole, il 65% del totale, mentre al Sud ci sono meno del 10% delle mense bio.

"La Biodomenica – dice il presidente dell’Aiab, Andrea Ferrante – è dunque la giusta occasione per lanciare una petizione che impegnerà i promotori della campagna fino al 30 gennaio 2010, con il fine di sostenere la diffusione delle mense bio con prodotti locali in scuole e ospedali". Per il presidente di Coldiretti Sergio Marini "è necessario introdurre al più presto il marchio del biologico italiano per consentire ai consumatori di fare scelte di acquisto consapevoli sulla reale origine del prodotto acquistato".

"Malgrado la crisi economica, il biologico è uno dei pochi settori che, invece di cadere in recessione, continua a crescere con un giro d’affari intorno ai 3 miliardi di euro – ha dichiarato Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente – L’Italia tuttavia non consuma quanto produce e buona parte dei suoi prodotti sono destinati all’esportazione. A questo riguardo sarebbe opportuno che le pubbliche amministrazioni si impegnassero ad adottare il bio nelle mense locali, una scelta con risvolti positivi per l’economia e l’ambiente".

Tutte le informazioni sul sito www.biodomenica.it.

Comments are closed.