BIO. Partita la campagna promozionale “Filiera Corta Bio”

Ha avuto recentemente inizio su tutto il territorio nazionale la campagna promozionale "Filiera Corta Bio", realizzata da numerose aggregazioni di produttori biologici italiani, con la partecipazione del Ministero delle Politiche Agricole Ambientali e Forestali, e la collaborazione dell’ADOC, dell’Uimec Uil e dell’ente di certificazione ICEA. All’interno di tale partnership, è presente il Consorzio di Produttori Biologici "Con.Pro.Bio Lucano", che ha organizzato una serie di iniziative con l’obiettivo di divulgare i vantaggi del biologico in generale e di illustrare le modalità di approvvigionamento in particolare.

Da una conferenza pubblica riguardante il tema del biologico applicato alla ristorazione collettiva alla partecipazione, già avviata, ai mercatini rionali di Puglia, Campania e Basilicata, per la vendita diretta dei prodotti dei consorziati; dalla presenza negli eventi locali attraverso le attività di promozione del biologico alla creazione di uno sportello informativo, presso la sede del consorzio (Azienda Sperimentale Pantanello – S.S. 106 – Km. 448,2 – 75010 Metaponto – tel. 0835/1825603). Lo sportello sarà aperto fino al 31 dicembre 2009 ogni mercoledì dalle ore 8.00 alle ore 16.00; è richiesta la prenotazione della visita.

"Produrre biologico oggi permette di ottenere le migliori garanzie in termini di controllo dei processi produttivi – sostiene il presidente del consorzio, Michele Monetta – ed inoltre favorisce l’eliminazione di molti dei passaggi commerciali che contribuiscono alla formazione ed alla crescita del prezzo finale. Infatti una corretta distribuzione dei prodotti biologici agroalimentari sul territorio circostante favorisce la creazione della filiera corta, che riduce virtuosamente i costi e mantiene un’ideale relazione diretta tra produttori e consumatori, senza dover ricorrere dunque agli intermediari tipici di una complessa filiera commerciale". "Peraltro – aggiunge Monetta – la costituzione dei gruppi di acquisto organizzati a livello locale permette di condividere i costi di trasporto, e di realizzare ulteriori economie."

"Lo sportello informativo – conclude il presidente del Con.Pro.Bio Lucano – permetterà di conoscere le possibilità offerte dalla gestione di mense biologiche negli ospedali, nelle scuole e nelle grandi aziende. Fornirà inoltre le istruzioni per attivare la filiera corta con la costituzione di nuovi Gruppi di Acquisto Solidali composte da famiglie di consumatori".

Comments are closed.