BOLLETTE. Benevento, canone di depurazione: Consumatori lanciano campagna “Giustocanone”

Le associazioni Lega Consumatori, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Cittadinanzattiva e Codacons lanciano a Benevento la campagna "Giustocanone", chiedendo ai cittadini di sospendere il pagamento delle bollette 2006 per il canone di depurazione, in attesa dei chiarimenti richiesti all’Amministrazione comunale. Nei giorni scorsi le associazioni avevano richiesto al sindaco Fausto Pepe eall’assessore alle Finanze Luigi Boccalone di essere ricevuti "per dovuti chiarimenti sulla decisione, attuata unilateralmente e senza concertazione, di riscuotere in anticipo e per intero, il canone di depurazione rispetto alla prassi del 30% concordata in precedenza".

Il depuratore centrale a Benevento, spiegano le associazioni, non esiste e solo il 30% circa delle acque reflue della città sono incanalate in pochi impianti privati esistenti. Inoltre, aggiungono, "il confronto con le associazioni dei consumatori sulleproblematiche fiscali, contenuto nel programma di mandato dell’amministrazione, ancora non esiste". I Consumatori chiederanno alla amministrazione di rendere pubblico l’ammontare del fondo vincolato per il canone di depurazione in possesso del Comune per la costruzione dell’impianto. In caso di mancata risposta e se verranno confermate le voci di utilizzo irregolare del fondo, annunciano un esposto alla Corte dei Conti e l’avvio di una nuova campagna per il rimborso del canone come nel 2003.

"Le bollette in arrivo nelle case dei beneventani per la depurazione al 100% del 2007 – concludono le associazioni, che lanciano un appello alla mobilitazione ai consumatori e alle forze politiche e sociali della città – anticipano solo di qualche settimana l’ulteriore richiesta della amministrazione Pepe di pagamento del 30% della tassa che fu concordato dai consumatori con le amministrazioni precedenti".

Intanto, è attivo uno sportello informazioni per gli utenti presso Lega Consumatori nel Palazzo del volontariato in Viale Mellusi n. 68 nei giorni di martedì – giovedì e venerdì dalle ore 16.30 alle 19.30 e il mercoledì dalle ore 18.00 alle 19.30.

Comments are closed.