CASA. Adusbef e Federconsumatori: “Acquisti e affitti sempre più cari”

Casa "cara" casa. Acquistare o prendere in affitto un’abitazione continua a essere un grosso problema per le famiglie italiane. Secondo un monitoraggio su dati Istat di Adusbef e Federconsumatori, che ha preso in considerazione un appartamento medio di 90 mq in una zona semicentrale di grande area urbana, l’acquisto è passato da 15 anni nel 2002 a 20 anni di stipendio nel 2006, mentre l’affitto è passato da 610 euro nel 2001 a 1.060 euro nel 2006 con un aumento del 73,8%.

Negli ultimi 6 anni le annualità di reddito necessarie per l’acquisto di un appartamento con le caratteristiche sopraindicate sono passate da 15,3 a 19,6 portando la variazione dal 2001 a + 46%. Per il 2007 i costi sia per l’acquisto, che per l’affitto dell’immobile sono aumentati del 5% rispetto al 2006, aggravando ancor di più la situazione delle famiglie italiane.

Per non parlare poi delle spese complessive per condominio, riscaldamento, luce, gas, telefono, rifiuti e acqua, che nel 2004 arrivavano attorno ai 270 euro (considerando sempre un appartamento di 90 mq in affitto) e che oggi sono passate a 344 euro, con una variazione del 7% rispetto al 2006, quando si aggiravano sui 323 euro. Per un appartamento della stessa tipologia, ma di proprietà, alle spese già elencate bisogna aggiungere anche Ici e forfait per la manutenzione ordinaria e straordinaria: si passa così da un totale di 316 euro nel 2004 a 401 euro nel 2007.

Comments are closed.