CASA. Affittare casa a Milano costa meno che a Roma e nelle grandi città europee

Il calo delle quotazioni del mattone non trascina al ribasso il mercato gli affitti che anzi continua a volare, soprattutto nelle grandi città europee. Ma dai dati che emergono da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati dell’Economist Intelligence Unit 2009, affittare casa a Milano conviene, soprattutto in confronto al resto delle principali città europee.

Su 31 città prese in considerazione dall’elaborazione camerale, il capoluogo lombardo si conferma infatti anche nel 2009 al 20° posto. Se si ipotizza il costo degli affitti a Milano su un valore pari a 100, la città più cara in Europa rimane Londra (con un costo medio superiore di almeno quattro volte rispetto al capoluogo lombardo), seguita da Parigi (indice dei costi 219), Zurigo (163) e Ginevra (156).

Roma risulta invece più cara di Milano (135) e si posiziona al 12° posto tra le città che si distinguono per il costo degli affitti più alto in Europa (nel 2009 si posizionava al 10° posto).

Milano con il suo 20° posto in classifica, rimane invece sostanzialmente stabile rispetto al 2008, anche se si considera il costo dei soli appartamenti di lusso, mentre scende al 22° posto se si prende in considerazione il prezzo di affitto degli appartamenti di medio livello (ancora una volta stabile rispetto allo scorso anno). Anche in questo segmento, viene prima Londra, seguita da Parigi, Zurigo e Vienna (Roma è al 10° posto).

Rispetto ai suoi principali competitor europei (Amsterdam, Barcellona, Bruxelles, Francoforte e Lione) Milano si posiziona al quarto posto, seguita solo da Bruxelles e Lione, città meno care del capoluogo lombardo.

Così se affittare un bilocale ammobiliato di medio livello costa in media al mese 930 euro a Milano, il prezzo sale a 1.100 euro a Barcellona e a Francoforte. Se si passa a un trilocale ammobiliato, il prezzo medio sale a Milano a 1.210 euro, lontano dai 1.300 euro di Barcellona, dai 1.350 euro di Amsterdam e dai 1.800 euro di Francoforte.

I prezzi di Londra rimangono invece in ogni caso inavvicinabili: quasi 2.400 euro di affitto mensile per un bilocale di medio livello e 3.000 euro per un trilocale.

"Rispetto alle altre capitali del Vecchio continente, Milano resta un riferimento ancora solido e significativo – ha dichiarato Antonio Pastore, presidente di Borsa Immobiliare, azienda speciale della Camera di Commercio – nonostante la congiuntura economica. In una fase così delicata diventa ancora più importante il lavoro e l’impegno congiunto delle istituzioni per un costante monitoraggio e per una promozione di Milano e delle sue opportunità anche a livello internazionale".

di Flora Cappelluti

 

Comments are closed.