CASA. Affitti, Unione Inquilini lancia campagna per contrastare i contratti in nero

Da oggi sono in vigore a tutti gli effetti le nuove norme sugli affitti e sul contrasto ai canoni e contratti illegali. L’Unione Inquilini lancia una campagna di informazione per chi è senza contratto e per chi vuole trasformare i contratti in nero in contratti legali. "Con l’approvazione della legge, che prevede l’opportunità per i proprietari di immobili in affitto di scegliere la cedolare secca al 19% o al 21% a secondo della tipologia contrattuale ( canone agevolato o canone a libero mercato) – dichiara Massimo Pasquini della segreteria dell’Unione Inquilini di Roma – si prevedeva che entro il 6 giugno i proprietari con canoni e contratti irregolari si potessero mettere in regola registrando i contratti. A quanto pare non ci sono giunti segnali di regolarizzazioni di massa da parte dei proprietari irregolari, eppure i dati ci dicono che almeno il 50% degli affitti in una città come Roma sono irregolari o per il contratto o per la determinazione del canone. Basti pensare – aggiunge Pasquini – che nella città di Roma probabilmente il 90% dei 70.000 studenti fuorisede vive in alloggi o camere con contratti non registrati. In particolare i soggetti più colpiti sono gli immigrati, gli studenti fuorisede ma anche molte famiglie normali".

"Da oggi gli inquilini con contratti irregolari possono registrare il contratto e da quel momento il contratto avrà una durata di anni 4 più 4 e il canone sarà pari al triplo della rendita catastale:mediamente dovrebbe aggirarsi sui 300 euro". L’Unione Inquilini ha predisposto appositi moduli e note informative per consentire agli inquilini di denunciare il proprietario, registrare il contratto ed avere un contratto regolare di 8 anni con un canone sostenibile. Tutti gli interessati possono rivolgersi alla sede centrale di Roma in via Cavour 101, primo piano int. 4 , oppure telefonando al 06 4745711 – e mail unioneinquilini@virgilio.it.

Comments are closed.