CASA. Aumentano gli affitti agli stranieri, che sono più precisi degli italiani a pagare le rate

In Italia il mercato degli affitti regge anche grazie agli immigrati: nel 2010 il numero delle locazioni accese da extracomunitari è aumentato del 10%. Le Regioni italiane con le maggiori richieste di affitto da parte di cittadini extracomunitari sono l’Umbria, il Piemonte e la Lombardia. Ed è Milano, secondo un’indagine del patronato Ital della Uil, con il 30,6% di cittadini stranieri, la città italiana con il record di affitti a cittadini extracomunitari.

Una recente analisi del Sunia, il sindacato degli inquilini della Cigl, ha evidenziato che in Italia oltre 600mila cittadini stranieri vivono in affitto. Quasi l’80% delle famiglie condivide l’alloggio con uno o più nuclei, mentre solo il 21,8% ha un appartamento tutto per sé.

Gli stranieri sono anche precisi e puntuali nel pagare le rate. Claudio De Angelis, responsabile di Affitto Assicurato, spiega che "non si sono verificati, nell’ultimo anno, casi di morosità imputabili a cittadini extracomunitari. Anzi, può apparire strano, ma gli italiani sono molto meno puntuali rispetto agli stranieri".

A portare un aumento delle richieste degli affitti è stata anche la nascita di polizze assicurative a tutela dei locatari: secondo Professionecasa, l’85% delle abitazioni in offerta di locazione sono regolarmente affittate a extracomunitari nell’arco di 3 mesi. "Circa il 18% delle polizze che stipuliamo sono richieste da cittadini extracomunitari – continua De Angelis – I vantaggi sono evidenti sia per i proprietari, che possono contare su un’assicurazione ad hoc contro ogni tipo di problematica riguardante gli affitti, sia per i locatari che, anziché versare tre rate di anticipo, pagano il premio della polizza che corrisponde solamente a una mensilità. Circostanza, questa, molto gradita in un periodo non proprio brillante per la nostra economia".

Comments are closed.