CASA. Boom prestiti soprattutto al Mezzogiorno. Rapporto Unicredit

Boom di prestiti al Sud e in Sicilia: nel 2005 nelle regioni meridionali c’é stata una corsa all’accensione di mutui per acquistare le case, anche se le consistenze erogate restano generalmente esigue e molto inferiori rispetto ai prestiti concessi al centro nord. Tra le regioni italiane, inoltre, il più consistente incremento dei mutui casa ha interessato Basilicata, Calabria e Sicilia, mentre un deciso crollo si è avuto in Sardegna. E’ quanto emerge da un’indagine di Unicredit elaborata sui dati di Bankitalia, secondo cui l’Italia Nord Occidentale e quella del Nordest, che da sole rappresentano il 58,5% del totale delle erogazioni nazionali, hanno fatto registrare lo scorso anno una crescita rispettivamente del 14,22% e del 7,81% sul 2004, quella Centrale si colloca a quota 16,69%.

Il maggior incremento è stato invece rilevato nell’Italia del Sud, dove la crescita complessiva risulta pari al 26,61%. Ferma restando la netta supremazia di regioni come la Lombardia, che unica in Italia ha convogliato anche nel 2005 erogazioni per oltre 10 miliardi di euro, in tutte le aree del Mezzogiorno si è avuta una decisa fibrillazione per i nuovi mutui. Anche se le consistenze sono in alcuni casi molto contenute, gli aumenti dei finanziamenti al Sud sono comunque sempre a due cifre, e vanno ad esempio dal +33,33% della Basilicata al +29,44% della Calabria al +26,83% della Campania, segue la Sicilia 24,00% . In un panorama di complessivo fermento, però, l’unica regione italiana in cui i mutui sono crollati è stata invece la Sardegna, con un -12,95% rispetto a un anno prima.

Comments are closed.