CASA. CODICI: caro l’affitto per un monolocale da single

Single e alla ricerca di un monolocale da affittare: una bella impresa, ammesso che si abbia uno stipendio che consente di affittare una casa seppur piccola. Perché i prezzi tendono alle stelle un po’ in tutte le città italiane, con punte a Roma, Bologna, Napoli. CODICI presenta l’Osservatorio immobiliare sui costi degli affitti dei monolocali: l’associazione ha monitorato i prezzi offerti da privati e agenzie di Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli. In considerazione sono state prese le abitazioni dai 45 ai circa 60 mq.

A Milano gli affitti vanno da 630 a 750 euro in area Lodi/Corvetto/Ripamonti, mentre nella zona universitaria di Bicocca si va dai 500 ai 716 euro. In area Abruzzi/Loreto/Indipendenza gli affitti si aggirano sui 600/650 euro per monolocali compresi di spese di condominio. Più alti invece nella zona Garibaldi/Isola/Cenntrale dove si spende dai 750 euro agli 840 euro. I prezzi scendono invece in zona Argonne/Forlanini/Mecenate: qui si va dai 500 ai 658 euro.

Torino presenta prezzi che variano dai 315 euro ai 600 euro a seconda dell’area scelta. A Bologna, gli affitti in centro variano da 650 a 900 euro, mentre sono meno costosi nell’area Corticella dove vanno da 450 a 600 euro. A Napoli fra le aree più care ci sono Chiaia/Posillipo/San Ferdinando dove si spende fra i 600 e i 700 euro, e ancora di più Vomero/Arenella dove un monolocale può costare dai 600 euro ai 1000 euro.

Non poteva salvarsi dal caro affitti la Capitale. CODICI snocciola i dati: "gli affitti per un monolocale in media di 40 mq risultano abbastanza alti. In zona Centocelle abbiamo affitti che vanno dai 700 euro a 800 euro e salgono ai Parioli dove si spende dai 900 a 1050 euro. In zona Tuscolano\Don Bosco\Cinecittà gli affitti vanno dai 750 agli 800 euro mentre in zona universitaria San Lorenzo/Bologna/Tiburtino si va dai 750 euro ai 900 euro".

Rileva l’associazione: "Ai costi indicati nella maggior parte dei casi vanno aggiunte le spese condominiali che partono dai 15 euro in su. Per non parlare dei costi che mensilmente si devono sostenere, come le spese di utenze e di beni di prima necessità, e che occorrono per vivere. Mica poco per un giovane con uno stipendio di circa 1300 euro mensili".

Comments are closed.