CASA. CTCU: con le nuove norme “CasaClima” aumentano i costi

Il 1° agosto sono entrate in vigore le nuove norme tecniche per costruire o risanare una "CasaClima". Il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano fa sapere che con le nuove norme comportano una maggiore sicurezza nell’acquisto, nella costruzione o nel risanamento di un immobile, ma anche un aumento dei costi. Il consumatore dovrà presentare una documentazione fotografica delle fasi più importanti di costruzione, i dettagli di calcolo della CasaClima ed avrà l’obbligo del rispetto della tenuta d’aria negli edifici. Tutto questo produrrà un costo maggiore.

Per una casa mono-familiare, secondo il CTCU, si aggirano intorno ai 1.800 euro, cui vanno aggiunti i costi per il test della tenuta d’aria (cd. Blower Door-Test) pari a circa 600 euro, e i costi per la certificazione CasaClima. Per un edificio con superficie netta per piano fino a 500 m² questi si aggirano fra gli 840 e 1.200 euro, a seconda della classe CasaClima. In totale quindi costi di oltre 3.200 euro, che spesso non vengono considerati nel calcolo del costo complessivo di acquisto e/o costruzione.

Per avere una panoramica più chiara dei costi del calcolo di CasaClima è meglio chiedere più preventivi e compararli poi dettagliatamente fra di loro. Il servizio di consulenza tecnica edile del CTCU è a disposizione per il confronto delle diverse offerte. Un ulteriore consiglio: chi acquista, costruisce o risana un immobile farà bene a non considerare solo la classe CasaClima (A, B, C, Oro, etc.), ma l’effettivo consumo nel Comune in cui è collocato l’immobile. Questo dato è determinante per stabilire i futuri costi di riscaldamento.

Fino al 31 ottobre 2011 c’è comunque la possibilità di procedere alla certificazione di una CasaClima secondo le vecchie norme (aggiornate al marzo del 2010). Pertanto chi acquista nel periodo fra agosto ed ottobre farà bene a chiarire secondo quali norme deve avvenire la certificazione.

Comments are closed.