CASA. Da domani in vigore decreto sugli ascensori, Confedilizia: “Oneri per le famiglie”

Entra in vigore domani, 1° settembre, il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico (23 luglio 2009) in materia di sicurezza degli ascensori. Lo ricorda la Confedilizia, precisando che "il provvedimento dispone, con diverse scadenze in relazione alla data di installazione dei singoli impianti, una verifica straordinaria, finalizzata alla realizzazione di un’analisi delle situazioni di rischio, su tutti gli ascensori installati e messi in esercizio prima del 1999".

Il decreto dispone, inoltre, la realizzazione dei "conseguenti interventi di adeguamento", anche in questo caso con scadenze legate alla data di costruzione degli ascensori".

La posizione assunta dalla Confedilizia rispetto a questo provvedimento è critica poiché con esso "si impongono ai proprietari di casa ingenti spese proprio in un momento di crisi economica che attanaglia da mesi le famiglie italiane". "E ciò – scrive Confedilizia in una nota – prevedendo in capo a condomini e proprietari di casa gravosi adempimenti non previsti da alcuna normativa cogente dell’Unione europea".

"Al proposito, l’Organizzazione storica di condomini e proprietari di casa sottolinea che già ora, e quindi indipendentemente dal decreto che impone nuovi oneri, gli ascensori sono soggetti ad un controllo manutentivo ogni semestre nonché ad una verifica strutturale ogni due anni.

Per quanto riguarda i costi dell’operazione per i proprietari, la Confedilizia segnala che "Monti ascensori" (una delle maggiori aziende del settore) ha recentemente comunicato che secondo le associazioni ascensoristiche "il costo medio degli interventi imposti dal decreto del Ministero dello sviluppo economico potrebbe essere di 15.000 euro ad impianto, con un fatturato – e, di conseguenza, un onere a carico delle famiglie italiane – di circa 6 miliardi di euro".

La Confedilizia sta esaminando nel dettaglio i contenuti del provvedimento, al fine di ogni valutazione per l’impugnazione dello stesso.

 

Comments are closed.