CASA. Impianti domestici a gas più sicuri con la nuova norma UNI 7129

Impianti domestici a gas più sicuri con la nuova norma UNI 7129. L’Ente Nazionale Italiano di Unificazione (UNI), tramite il suo Ente federato CIG (Comitato Italiano Gas), ha aggiornato la norma base per la sicurezza degli impianti domestici alimentati a gas naturale e GPL distribuiti a mezzo di reti. Lo riferisce UNI in una nota.

La nuova norma stabilisce i criteri per la progettazione, installazione, messa in servizio e manutenzione degli impianti domestici e similari (impianti a gas utilizzati per il riscaldamento, acqua calda sanitaria e cottura cibi, installati in negozi, palazzine, uffici, palestre, etc.). Si applica ai nuovi impianti, alle ristrutturazioni, alle modifiche necessarie sugli impianti esistenti, in caso di manutenzione straordinaria e in caso di riattivazione della fornitura di gas in seguito a interruzione dovuta a dispersioni.

L’applicazione di UNI 7129 consentirà di ridurre i costi di installazione. "Nello specifico – spiega l’UNI – sono stati ottimizzati i sistemi di tracciabilità per la posa delle tubazioni nelle aree condominiali, nel rispetto degli aspetti architettonici delle facciate degli edifici. Inoltre, nel caso di contatori esterni, grazie all’introduzione di rubinetti e prese di pressione subito sotto il contatore, si potrà verificare la tenuta dell’impianto dall’esterno dell’alloggio, con conseguente riduzione dei costi per il controllo periodico dell’impianto".

Infine, in caso di incidente riconducibile all’uso di gas, l’Ente ha ricordato che esiste un’assicurazione di cui si è beneficiari, in via automatica, solo per il fatto di essere utenti di gas distribuito a mezzo reti. La polizza assicurativa, che non copre gli incidenti da GPL in bombole o piccoli serbatoi, è stata istituita su delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e stipulata dal CIG – Comitato Italiano Gas. L’assicurazione, il cui costo per l’utente è di € 0,40 all’anno e viene trattenuto direttamente in bolletta, è collettiva e nazionale, e copre oggi circa 19 milioni di famiglie italiane. Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del contatore.

Comments are closed.