CASA. Istat: compravendita immobili in ripresa ma lontana dai livelli pre-crisi

Riprende la compravendita di case, anche se i dati sono lontani dai livelli che precedevano la crisi economica. Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, "nel secondo trimestre 2010 le convenzioni relative a compravendite di unità immobiliari sono risultate pari a 227.140, in aumento del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tale dato conferma la ripresa tendenziale del fenomeno, iniziata nel trimestre precedente, ma l’andamento positivo rilevato nel periodo gennaio-giugno 2010 ancora non riporta il volume delle transazioni ai valori assunti nel 2006, anno che precede la discesa. Nel primo semestre 2010 si sono, infatti, realizzate 417.868 compravendite, contro le 564.685 stipulate nel primo semestre 2006 (-26,0%)". Il 93,2% delle convenzioni stipulate nel periodo considerato (211.612) riguarda immobili ad uso abitazione ed accessori, il 5,9% (13.388) unità immobiliari ad uso economico: la crescita tendenziale registrata nel secondo trimestre 2010 è dovuta unicamente alle compravendite di immobili ad uso residenziale (+2,6%), mentre quelle di immobili ad uso economico continuano a mostrare un andamento negativo, segnando una flessione del 4,8%.

Comments are closed.