CASA. Mef, pronto il decreto per il decentramento del catasto ai Comuni

"Al via l’iter per l’emanazione del decreto del presidente del Consiglio dei ministri che contiene le disposizioni per il decentramento delle funzioni catastali ai Comuni, e l’individuazione dei requisiti e degli elementi necessari per la gestione diretta del catasto da parte dei Comuni". Lo annuncia il Sottosegretario di Stato dell”Economia e delle Finanze, Alfiero Grandi.

Il decentramento del catasto ai Comuni, in seguito al protocollo firmato da governo e Anci e alle norme contenute nella finanziaria 2007, inizia, così, effettivamente il suo cammino. Questo Dpcm deve consentire, ai Comuni che vorranno farlo, a partire dal 1° novembre 2007, di gestire direttamente il catasto, nel loro territorio, sulla base delle modalità e delle condizioni indicate. Ricordiamo che proprio nel febbraio 2007 scadeva l’ennesima proroga concessa per l’attuazione del decentramento del catasto ai Comuni, e che per questo governo e Anci avevano deciso di interrompere la serie di proroghe e avviare concretamente questa riforma.

Questo Dpcm è il primo importante passaggio attuativo sulla cui base i Comuni potranno decidere se gestire in proprio tutto o in parte il catasto. Con l’approvazione definitiva del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri i Comuni avranno 90 giorni di tempo per dichiarare le loro volontà e partire, quindi, dal prossimo1° novembre alla "loro" gestione del catasto.

 

Comments are closed.