CASA. Proroga sfratti, nuovo provvedimento nel Cdm di venerdì

"La proroga che il Governo dovrebbe approvare nel Consiglio dei Ministri convocato per venerdì 17 ottobre è un atto dovuto ma rappresenta anche il fallimento delle politiche abitative attuate fino ad oggi dai governi che si sono succeduti, buon ultimo il Governo Berlusconi". Questo è il commento dell’Unione Inquilini che aggiunge: "La nostra organizzazione ha sempre dichiarato che la proroga sfratti non rappresenta il diritto alla casa ma è l’allungamento di una situazione di disagio da parte di famiglie in grave precarietà abitativa. La proroga ha un senso solo se ad essa si collega una programmazione degna di tale nome".

L’Unione Inquilini si riserva ogni altra valutazione sul provvedimento quando ne verrà reso il testo. Ci auguriamo – conclude – che esso in ogni caso sia a carattere nazionale, che la platea dei soggetti beneficiari sia ampia almeno come quella prevista dalla legge 9/2007 e che si estenda anche alle famiglie in disagio abitativo con sfratto per morosità causata da canoni che incidano per oltre il 30% sul reddito netto.

Comments are closed.