CASA. Roma, al via vendita di 13 mila case popolari

La Giunta del Comune di Roma ha approvato la delibera che prevede la vendita di 13 mila appartamenti di edilizia residenziale pubblica (ERP), pari al 54% del patrimonio comunale. Il ricavato delle vendite sarà destinato a finanziare il piano straordinario del Comune per l’edilizia abitativa, che prevede la costruzione e l’acquisizione di circa 10 mila nuove case popolari.

L’operazione interesserà i municipi V, VI, VII, VIII, XI e XIII. Il valore delle case – si legge in una nota del Comune – è quello stabilito dagli attuali indici catastali, determinati dall’Agenzia del Territorio del Ministero delle Finanze. Al costo della casa sarà detratto l’1% per ogni anno di ‘anzianità’ dell’immobile, fino ad un massimo del 20% di detrazione.

Gli inquilini avranno tempo due anni per decidere se acquistare la casa, che non potrà essere rivenduta prima di dieci anni, oppure continuare a pagare l’affitto. Gli inquilini interessati all’acquisto dovranno versare subito il 30% del prezzo e completare il pagamento entro 15 anni. Per chi decidesse di pagare in un’unica soluzione è prevista un’ulteriore detrazione del 10%. Oltre all’inquilino titolare, potranno acquistare le case anche gli altri componenti del nucleo familiare.

Comments are closed.