CASA. Umbria, in arrivo 3 Mln di euro per la bioarchitettura

La Regione Umbria ha deciso di finanziare l’edilizia sperimentale nel campo energetico e bioarchitettonico, per un importo complessivo di 3 milioni di euro. La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle politiche sociali ed abitative, ha infatti approvato le graduatorie dei progetti nel settore a seguito del bando emanato dall’Amministrazione.

Le dieci domande finora pervenute sono stato dichiarate tutte ammissibili: metà delle richieste presentate, per complessivi cento nuovi alloggi, verranno finanziate sulla base dei punteggi assegnati da una Commissione tecnica nominata dalla Giunta. "La limitatezza dei fondi a disposizione – si legge in una nota dell’assessorato alle politiche sociali ed abitative -, che comunque costituisce un significativo impegno in rapporto alle risorse del bilancio regionale, non ha consentito il finanziamento di tutti i progetti presentati". L’assessorato regionale sottolinea inoltre che le politiche abitative della Regione, oltre ad andare incontro alla domanda di nuove abitazioni per giovani e fasce meno protette, siano rivolte ad incentivare tipologie costruttive innovative, sostenibili dal punto di vista ambientale e tese al risparmio energetico.

Comments are closed.