CLASS ACTION. Adoc: “Governo garantisca approvazione in tempi brevi”

"L’introduzione della Class Action nell’ ordinamento Giuridico Italiano è una scelta qualificante del Governo Prodi" e "occorre accelerare i tempi di approvazione" del disegno di legge, in discussione in Commissione Giustizia della Camera. Lo ha detto, in una dichiarazione, il sottosegretario all’ Economia, Mario Lettieri.

"Un’approvazione rapida della ‘Class action’ sarebbe un elemento qualificante dell’azione di Governo, dandone un’impronta volta a garantire i consumatori e i risparmiatori nei rapporti con le aziende e accentuandone la volontà di scongiurare nuovi casi come quelli Cirio e Parmalat".
E’ questo anche il commento del Presidente dell’Adoc Carlo Pileri che ha aggiunto: "E’ giusto – continua la nota – che nell’agenda del Governo la class action occupi una posizione d’urgenza, avvicinando il nostro sistema di ordinamento giuridico a quelli più evoluti e in grado di riequilibrare il rapporto tra il sistema economico-finanziario e quello dei cittadini-consumatori".

La class action, un’azione collettiva che permetterebbe a un gruppo di cittadini di usufruire di una sentenza favorevole ottenuta da un cittadino nelle medesime condizioni, avrebbe soprattutto il merito di costringere le aziende ad un atteggiamento più virtuoso. "L’effetto deterrente rispetto a pratiche scorrette messe in campo dalle aziende – conclude Pileri -, sarebbe probabilmente un risultato che a breve termine permetterebbe di riequilibrare i rapporti tra il consumatore finale e le grandi società. Per questo si tratta di tenere duro rispetto alle tante pressioni che certamente cercheranno di ostacolarne l’approvazione".

 

Comments are closed.