COMPETITIVITA’. Calzature, Ue raggiunge accordo su dazi. Bonino: “Confermato libero commercio”

Il Coreper, il Comitato dei rappresentanti permanenti dei 25 Paesi dell’Ue, ha raggiunto oggi un accordo sulla nuova proposta della Commissione che fissa dazi per due anni sulle calzature in cuoio provenienti da Cina e Vietnam. Domani la proposta andrà al consiglio dei ministri degli interni a Lussemburgo per una ratifica che ora diventa solo una formalità. "L’accordo conferma un principio fondamentale del libero commercio: chi viola le regole, alterando il mercato, viene sanzionato". Questo il commento di Emma Bonino, ministro del Commercio internazionale e per le Politiche Europee, che ringrazia "quelle capitali europee che hanno mostrato più sensibilità alle problematiche delle imprese, in particolare quelle piccole e medie, e dei lavoratori italiani". Le misure definitive, ricorda infine il ministro, entreranno in vigore dal 7 ottobre e resteranno valide per due anni: "il tempo giusto e necessario affinché le aziende italiane si attrezzino – conclude – per fare fronte adeguatamente alla sfida di un mercato internazionale sempre più agguerrito sul piano della concorrenza, e sofisticato sul piano dei meccanismi produttivi".

Comments are closed.